Neuropatia diabetica, un’insidiosa complicanza

Neuropatia diabetica, un’insidiosa complicanza

Non è ancora tenuta abbastanza in considerazione, eppure la neuropatia diabetica è una delle complicanze più frequenti del diabete.

  • Nel diabete di tipo 1 il problema, quando colpisce prevalentemente gli arti, si manifesta in almeno il 20% dei casi dopo vent’anni di malattia.
  • Nel diabete di tipo 2 l’incidenza raggiunge il 50% dopo soli 10 anni di malattia.

A lungo andare il danneggiamento dei nervi causato dal diabete può comportare gravi forme di disabilità.

I vari tipi di neuropatia diabetica

Il primo tipo, detto neuropatia periferica, colpisce tipicamente i piedi, le gambe ma anche le mani o le braccia. Si manifesta con bruciori, formicolii, intorpidimento, insensibilità al tatto fino al dolore. Non mancano le espressioni a carico dell’apparato motorio: anche la funzionalità muscolare viene danneggiata così come l’equilibrio, aprendo la strada al rischio di cadute. Esiste però anche la neuropatia autonomica che va a compromettere gli organi viscerali come l’intestino con sintomi estremamente disturbanti (diarree, problemi digestivi, disturbi della motilità gastrica), ma anche il cuore (aritmie, ipertensione), la vescica (incontinenza), gli organi sessuali (disfunzione erettile).

A volte si nota un anomalo aumento della sudorazione. E spesso, a fronte di questo lungo corteo di complicazioni che peggiorano la qualità di vita, subentra l’ansia, o si scatena una forma depressiva. Un insieme di sintomi che dovrebbero far risuonare un campanello d’allarme: purtroppo, però, sono sintomi aspecifici che possono riguardare un gran numero di altre malattie.

Cause della neuropatia diabetica

I meccanismi patogenetici all’origine della neuropatia diabetica sono molteplici, di norma riconducibili allo stress metabolico legato all’iperglicemia o anche alla sindrome metabolica tra i cui criteri diagnostici sono presenti l’alterazione della glicemia a digiuno o l’insulinoresistenza. Troppi zuccheri nel sangue sono tossici per i nervi che vengono sottoposti a un continuo bombardamento ossidativo, il tutto peggiorato dalla riduzione del flusso sanguigno nei piccoli capillari (microangiopatia) conseguente al diabete. La mancanza di ossigeno (ipossia) logora ulteriormente la funzionalità delle fibre nervose. E a peggiorare il quadro subentra l’infiammazione.

Le strategie da mettere in atto

Non esiste un farmaco specifico per la neuropatia diabetica. Esiste un buon controllo del diabete, che comporta una serie di approcci, prima ancora che farmacologici, relativi agli stili di vita. Ciò significa fare regolarmente attività fisica e prestare attenzione alla dieta: alcol, dolci, troppi carboidrati e grassi concorrono a peggiorare il problema. Anche il fumo di sigaretta danneggia le fibre neuronali.

L’Acido α-Lipoico al centro degli studi

Quando si parla di neuropatia diabetica una delle sostanze più studiate è l’Acido α-Lipoico, per la sua partecipazione al metabolismo energetico dell’organismo. È presente naturalmente nel nostro corpo, ma viene assunto anche attraverso la dieta e, se del caso, attraverso integratori alimentari. Se ne parla da tempo e, a supporto della sua azione positiva nel diabete, sono stati pubblicati numerosi studi e metanalisi. In particolare, l’Acido α-Lipoico potrebbe contribuire a contenere i danni neurologici che, come abbiamo visto, spesso si presentano durante la storia naturale del diabete, e i corrispettivi sintomi come i deficit di sensibilità, formicolii, bruciori o dolore. Diversi studi gli attribuiscono un effetto antiossidante e antinfiammatorio e, secondo altre ricerche, può migliorare la circolazione a livello dei piccoli vasi sanguigni che irrorano il sistema nervoso periferico. In più, l’Acido α-Lipoico ha mostrato interessanti proprietà sul metabolismo degli zuccheri, ovvero sembra in grado di coadiuvare il mantenimento dei livelli di glicemia all’interno dei giusti standard.

 

 

Bibliografia

1. Bax G. La neuropatia diabetica: l’approccio critico e clinico al problema. MeDia 2014;14:81-7.
2. Bax G. Giornale Italiano di diabetologia e metabolismo 2018; 38:115-126.
3. Pop-Busui R, Boulton AJ, Feldman EL, et al. Diabetic neuropathy: a position statement by the American Diabetes Association. Diabetes Care. 2017;40(1):136–154
4. National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases (NIDDK), What is Diabetic Neuropathy. 2018
5. Albers JW, Pop-Busui R. Diabetic neuropathy: mechanisms, emerging treatments, and subtypes. Curr Neurol Neurosci Rep. 2014; 14 (8): 473
6. Tentolouris N. et al. Standard and emerging treatment options for diabetic neuropathy. Curr Pharm Des. 2014;20(22):3689-704
7. Packer L et al. Molecular aspects of lipoic acid in the prevention of diabetes complications. Nutrition 2001; 17: 888-895
8. Stevens MJ et al. Effects of DL-alpha-lipoic acid on peripheral nerve conduction, blood flow, energy metabolism, and oxidative stress in experimental diabetic neuropathy, Diabetes 2000 Jun; 49(6): 1006-1015